Assemblea Soci – Relazione

RELAZIONE DELL’ASSEMBLEA AIARP DEL 2 DICEMBRE 2018

 

Quello delle elezioni delle cariche direttive è, per qualsiasi ente, un momento assai importante, e l’AIARP  non può sfuggire a tale regola.

Ragion per cui sabato 1  e domenica 2 dicembre ci siamo trovati a Reggio Emilia, città del Tricolore e sede del Presidente AIARP pro-tempore, per decidere a chi affidare le sorti del nostro sodalizio per i prossimi tre anni.

Dopo 24 anni ininterrotti di presidenza Del Rio, che hanno condotto l’associazione a uno stato di grande stabilità sociale ed economica, la discussione su chi doveva raccogliere questa corposa eredità avrebbe potuto assumere toni assai accesi.

Ma procediamo con ordine: merito del Tesoriere Davide Papes, da sempre impegnato a destinare il consistente patrimonio sociale nei confronti dei soci, siamo stati ospitati gratuitamente all’Hotel Mercure Astoria di Reggio Emilia, godendo contemporaneamente di un’ottima cena “alla reggiana”, come ha definito lo stesso Del Rio, presso il Ristorante “don Papi” la sera di sabato.

Trascorsa lietamente la serata, la mattina seguente si sono aperti i lavori assembleari col saluto del Presidente uscente, il quale ha ricordato con profonda tristezza i lutti che hanno colpito l’AIARP nel corso dell’anno, rivolgendo un pensiero a Sergio Griffa, grande tecnico e Presidente per nove anni, e ai papá di due nostri soci, Mauro Maestri e Egidio Galvan. Un minuto di silenzio ha solennizzato questo sentito ricordo condiviso da tutta l’Assemblea.

La relazione di Del Rio, come sempre attenta a cogliere gli aspetti salienti della vita associativa, ha saputo sottolineare gli eventi che ci hanno coinvolti e tracciare le linee guida per la gestione futura. Non dimentichiamo che il futuro si costruisce ogni momento, operando scelte ponderate e nello stesso tempo audaci, mostrando il coraggio di affrontare le sfide quotidiane con ottimismo e caparbietà.

Sergio Brunello, vice-Presidente e Delegato AIARP presso Europiano, ha ricordato gli importanti appuntamenti dell’anno, a cominciare dal Congresso Internazionale svoltosi a maggio a Cavalese, lamentando uno scarso supporto da parte della dirigenza del consesso europeo per questo importante evento. Nonostante ciò, il riscontro generale è stato altamente positivo, e l’apprezzamento dimostrato nei confronti dell’organizzazione ha saputo mitigare l’amarezza per la mancata assistenza.

Anche il corso di settembre, tenuto esso pure a Cavalese con la fattiva partecipazione di Dieter Frölich, Tesoriere di Europiano e primario tecnico di Music  Hug di Zurigo, ha riscosso notevole successo. L’argomento, quanto mai interessante per noi, verteva sulla scelta fra il recupero di una martelliera di pianoforte o la sua sostituzione in base ad una attenta analisi di condizioni generali e costi globali.

Brunello ha inoltre parlato dell’incontro dei Delegati di Europiano svoltosi dal 20 al 24 ottobre a Kalisz, antica capitale della Polonia, dove si è discusso del futuro di Europiano e dell’organizzazione dei prossimi Congressi internazionali, e dove si è stabilita la sede del Congresso del 2021, che si terrà a Varsavia.

È stata poi la volta del Segretario Salvatore Tarantino, il quale si è soffermato principalmente sullo svolgimento degli esami tecnici, che hanno visto la partecipazione di quattro candidati. I risultati di tali prove saranno resi noti nella sede appropriata.

Il Tesoriere Davide Papes ha presentato la relazione di cassa, avvalendosi di diapositive chiarificatrici del perfetto bilancio economico. Entrate e uscite sono apparse sullo schermo snocciolando dati monetari di tutto rispetto, che collocano la nostra associazione ai vertici di categoria.

Il Consigliere Marcello Tarquini ha invece parlato del sito internet, di cui parecchi di noi hanno lamentato i difetti. È vero, ha detto Tarquini, i difetti ci sono, ma i soci che avevano promesso di collaborare col Direttivo in realtà non l’hanno mai fatto. Nei prossimi mesi si provvederà all’incremento delle prestazioni e all’implementazione dei dati tecnici, al fine di rendere la fruizione del sito più agile ed efficace. Nel frattempo si spera di avere l’aiuto necessario da parte dei volontari.

Dopo le relazioni dei componenti il Direttivo, sono stati invitati a parlare gli ospiti, a cominciare da Fabio Ognibeni, titolare della ditta Ciresa di Tesero, in val di Fiemme. Come sappiamo, il Trentino è stato recentemente colpito da tragici eventi climatici, che hanno messo in ginocchio molte realtà imprenditoriali e non solo. Ognibeni ha esposto un suo piano per la ripresa delle attività aziendali chiedendo la partecipazione di sostenitori che, a fronte dell’elargizione di una cifra compresa tra i 50 e i 300 €, potranno contribuire all’utilizzo dei tronchi divelti dalla furia delle intemperie. Ogni sostenitore riceverà un attestato di contribuzione, un campione di abete di risonanza con inciso il proprio nome, ed una obbligazione che garantisce la restituzione del capitale impiegato a ricupero avvenuto. Il Presidente Del Rio, a nome del Direttivo e dopo averne chiesto consenso all’Assemblea, ha donato a Fabio Ognibeni la somma di 3.000 €, corrispondente al riacquisto di 10 alberi abbattuti.

Gli interventi di Filippo Michelangeli, direttore editoriale della rivista Suonare News, e di Antonio Monzino jr e Laura Moro, rispettivamente Presidente e Consigliere di Disma Musica, hanno concluso la mattina.

Alla ripresa dei lavori dopo la pausa pranzo si è affrontata la discussione pre-elettorale vera e propria, non essendo pervenute auto candidature nei termini fissati, scaduti il 31 maggio. Luciano Del Rio, dopo tanti anni di presidenza densi di risultati positivi e di fattive innovazioni, ha manifestato la volontà di ritirarsi per lasciare il posto ad un successore, consentendo di affiancarlo per qualche tempo al fine di trasferire al nuovo dirigente un’esperienza che va assolutamente conservata e valorizzata. Poiché nessuno si è fatto avanti in questo senso, Del Rio ha presentato una proposta concretizzatasi nei giorni scorsi all’interno del Direttivo, e cioè la possibilità di allargare l’organo esecutivo dagli attuali 5 membri a 7, per poter includere in questo numero il successore alla carica. Sulla scorta di questa informazione l’Assemblea ha rivotato quasi all’unanimità l’attuale Presidente LUCIANO DEL RIO, che all’età di 84 anni si prepara ad affrontare il nono mandato consecutivo. Una dimostrazione di grande affetto e di enorme stima che non ha mancato di suscitare in Luciano una grande commozione!

Subito dopo si è votato per l’elezione del Collegio dei Revisori dei Conti, che è stato riconfermato nelle persone di Gabriele Di Nallo, Presidente, e di Giuseppe Mirandola e salvatore Malcangi.

A questo punto si sono chiusi i lavori assembleari e, salutandoci, ci siamo dati appuntamento al prossimo anno per una nuova avventura.

 

 

Gabriele Di Nallo

About Staff

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X